martedì 11 luglio 2017

MAESTRI INFIORATORI



FORSE è VERAMENTE INIZIATA LA CAMPAGNA ELETTORALE ?
Ora dopo che abbiamo finalmente avuto L’Università Popolare di Marineo (sezione staccata di Bolognetta…) grazie all’inesauribile e super riservata (… e refrattaria alla qualsiasi Prof. Maria Cira Muratore ) nonché al “rettore” (Arch.Fiduccia) grazie ai quali siamo riusciti ad avere “cattedre” a bassissimo costo e a km zero per docenti “improvvisati”, non poteva mancare il corso per “maestri infioratori”. Il corso in verità non faceva parte dell’anno accademico in corso, ma è stato riconosciuto sul campo nell’ultima infiorata.    
Non si tratta di una nuova invenzione ma il “rinascimento” o meglio il recupero di quelle, una volta scuole serali oggi pomeridiane ( si parla anche di lezioni a domicilio durante i pasti…). Il tutto ribattezzato “università popolare” che almeno per i primi anni ti qualifica di botto “docente”.
Non è la stessa cosa per il corso “maestri infioratori” apparentemente tenuto da due rettori e precisamente quelli del SS Sacramento e dal Padre Padrone della San Ciro. E dalle foto emergono realtà nascoste e di difficile interpretazione se pensiamo all’assenza dei due Superiori ma alla chiara ed esplicita presenza di molti “veri realizzatori” che permettono sempre ai soliti di “apparire” …
Ora Marineo , sempre prima in cattedre e titoli, può contare su un nutrito gruppo di maestri infioratori   che presto si costituirà in confraternita sulla cui direzione non ci sono dubbi , almeno cosi si deduce non solo dalle foto ma anche dalle dichiarazioni dell’unico candidato a tale direzione. Tutto questo dissipa anche il dubbio se fosse veramente il Parroco a camminare sulla via dell’infiorata a fine manifestazione o se non fosse l’altro, l’unico , che già intestatario di vie ha un curriculum più nutrito del Parroco.
Chi forse vivrà, forse vedrà !

2 commenti:

  1. Basteranno 11 (undici) tammurinari ad accompagnare i maestri infioratori?

    RispondiElimina